Falco pescatore ferito a Jesi

[AGGIORNAMENTO: purtroppo il falco non ce l’ha fatta e va così ad aggiungersi al già cospicuo computo delle vittime a pochi giorni dall’apertura della stagione venatoria]

Domenica 15 settembre un falco pescatore ha sorvolato l’oasi WWF Ripa Bianca di Jesi (AN) dove è osservato dalle guardie venatorie WWF.  Poco dopo gli hanno sparato fuori dalla riserva regionale ed è stato recuperato da volontari del WWF.

E’ stato visitato dal medico veterinario Tiroli di Jesi, che ha effettuato delle lastre radiografiche, che hanno evidenziato una brutta frattura al metacarpo dell’ala destra.

Ora il rapace è al centro di Monte Adone in Emilia Romagna, dove verrà operato per le ferite riportate. Ancora la prognosi è riservata. Anche 4 anni fa un altro falco pescatore è stato ferito da un bracconiere nella zona di Arcevia. Probabilmente sono giovani falchi pescatori provenienti in migrazione dal nord Europa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al corretto funzionamento e alla completa fruizione dei contenuti, secondo le finalità illustrate nella privacy policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy. Cliccando su "Accetta" e/o proseguendo nella navigazione, acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Chiudi