Rapaci come elefanti nel circo

Chi ama la natura e tutti i suoi abitanti selvatici non può amare l’esibizione di elefanti, leoni, tigri e rapaci nei circhi o nelle manifestazioni di falconeria con lo scopo di incuriosire o far divertire qualcuno.

E’ un problema di etica e di rispetto verso i nostri amici animali che nascono per vivere e riprodursi sullo stesso nostro pianeta, non certo per nostro passatempo. L’occasione di questa riflessione è l’annuncio dell’ennesima triste manifestazione di falconeria intitolata, ahimè, “Aquile, rapaci e spiriti liberi” (29 aprile / Cosenza).

Quali siano questi spiriti liberi non è dato sapere poiché i rapaci che saranno esibiti non potranno certo volare liberamente dove vogliono.

Invitiamo allora tutti i calabresi a non partecipare a questo evento e semmai a fare, il 29 aprile, una bella passeggiata in natura per osservare col binocolo o anche semplicemente con gli occhi qualche vero spirito libero in volo, sia esso un gheppio, una poiana o un falco pellegrino.

Allo stesso tempo invitiamo le forze dell’ordine a controllare puntualmente la documentazione Cites di corredo agli esemplari dei rapaci esibiti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al corretto funzionamento e alla completa fruizione dei contenuti, secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando su "Accetta" e/o proseguendo nella navigazione, acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Chiudi